demo builder button black rtl 6

box associazione

box newsletter

box sx rivista

box associazione

Nella Repubblica di Cialtronia si possono sentire bestialità storiche in cui si minimizzano reati come l’apologia di fascismo, sostenendo che anche se in Germania è vietato salutare alla maniera nazista, c’era notevole differenza tra un regime e l’altro: ossia le torture, le umiliazioni, le discriminazioni, la censura, la repressione del dissenso, le botte, i proiettili erano diversi, probabilmente facevano meno male!

Delle vittime delle stragi di stampo fascista anche dopo la fine di tale regime nessuno sa elencare i nomi, forse perché erano troppi! Non si va mai a mettere un microfono sotto il naso degli sfortunati parenti: si vede che si trovavano nel posto sbagliato al momento sbagliato: la piazza sbagliata, la stazione sbagliata. Peggio per loro! La parola antifascismo è tabuizzata, non viene mai pronunciata come altre, ad esempio: uguaglianza nelle opportunità, lotta all’inadeguatezza dei vertici, contrasto all’ignoranza, applicazione della Costituzione, il che rende tale paese lo zimbello d’Europa. Tuttavia, ci sono anche aspetti positivi. Alcune professionalità hanno la certezza di non perdere mai il lavoro: i giornalisti servili, gli imitatori degli incompetenti che mancano sia di gravitas sia di auctoritas, i comici e i fumettisti. Poi si potrebbero aprire posizioni per la professione “manipolatori di fatti storici” di orwelliana memoria. Quindi sarei a proporre per quel paese alcuni indirizzi di studio:

Liceo della comunicazione alternativa: in cui si insegnano soprattutto verità alternative non basate sull’evidenza dei fatti.

Liceo del Made in Predappio: in cui si impara facendo gadget dell’epoca, valorizzando la manualità degli studenti, da sempre ancella nella scuola che preferisce sviluppare le capacità critiche attraverso la lettura: troppo astratto!

Istituto tecnico per costruire il consenso e il servilismo verso i potenti, di durata triennale. Non si vede perché si dovrebbero far andare a scuola fino alla maggior età, idea novecentesca: meglio mandarli a lavorare. Qui impareranno il rispetto dei potenti, la manomissione delle parole, la valorizzazione del leader che ha sempre ragione. Gli esercizi di agilità servile saranno il fulcro dinamico del progetto pedagogico.

 

box newsletter
box newsletter
box associazione
box associazione


logo mod





logo mod



box eventi

box centr gruppi

box eventi

Inizio Pagina